Posts Tagged ‘Ferrara’

Da Fiesole a Ferrara

8 aprile 2013

Questa settimana sarò ospite di due eventi pensati per affrontare, con taglio differente, i temi chiave di questo particolare momento storico.

Il primo, venerdì 12 a Fiesole, “Prepararsi al Cambiamento Climatico“, sarò in compagnia di vecchi amici come Ugo Bardi e Toufic El Asmar, credo sia un’ottima opportunità per chi avesse voglia di farsi un quadro generale sulla situazione del pianeta e sul concetto di “adattamento” alle evoluzioni in corso.

Il secondo è sabato 13 a Ferrara, 12° Convegno Nazionale Franco Argento dal titolo “Le Geometrie della Chiocciola – decrescita, convivialità, letteratura”. In questo caso non so esattamente cosa aspettarmi, sarà divertente scoprirlo e a quanto so questo evento coinvolge moltissimi studenti.

Se siete in giro ci si vede lì.

Copparo (Ferrara): appello per gli interessati alla transizione in zona

14 febbraio 2013

La segnalazione arriva da Copparo, da parte di Adriano; trovate i suoi riferimenti in fondo:

copparo_in_transizione

Siamo un gruppo di cittadini attenti ai problemi dell’ambiente, dei cambiamenti climatici e dell’uso indiscriminato del petrolio.
Per “transizione” intendiamo la graduale diminuzione della nostra dipendenza da fonti energetiche fossili. Esempi di iniziative che vanno, seppure in modo settoriale, in questa direzione, sono: km0, agricoltura biologica, permacultura, misure di risparmio energetico, riduzione dei rifiuti. Aderendo al movimento “Città in Transizione”, vorremmo creare anche a Copparo un’iniziativa dei cittadini che esplora e concretizza ciò che, più che individualmente, possiamo fare insieme in questa direzione, senza addossarne la responsabilità unicamente alle autorità.
Per cominciare, proponiamo un :

Gruppo di studio sul

“Manuale Pratico della Transizione”

di Rob Hopkins

Sei incontri serali a cadenza settimanale, in febbraio-marzo 2013

Vuoi saperne di più? Vieni all’

Incontro informativo sulla Transizione

Domenica 17 febbraio 2013, ore 16

Presso indirizzo qui sotto


Info ed iscrizioni:
Adriano Leuenberger
Via Provinciale per Formignana, 55
44034 Copparo FE
0532 863449   –    349 4391640
adrile@teletu.it

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Argenta: cercansi transizionisti

7 febbraio 2013

La Pieve ad Argenta

Nella zona di Argenta (Ferrara) c’è un trio di transizionisti interessati a capire se c’è qualcuno in zona interessato ad aggregarsi. La finalità è di creare un gruppo iniziale. Se siete della zona e siete interessati contattate Lisa a questo indirizzo:

lisa@cappuccettobianco.org

Ultimo giorno in Italia: da Ferrara a Parma per parlare della “Rivoluzione Dolce” della Transizione

26 settembre 2012

Di Rob Hopkins

Lo splendido portale scolpito del Battistero di Parma.

Il giorno successivo (lunedì) è cominciato con una passeggiata per Ferrara. Il centro della città è medievale e ha un’architettura molto bella. La cosa che colpisce di più di Ferrara, in un primo momento, è il numero di biciclette e la moltitudine delle persone che le usa. Ferrara è famosa per l’uso diffuso della bicicletta. In questo aiuta molto che la città sia completamente in pianura ma anche il fatto che, come mi ha raccontato Pierre, i ciclisti qui sono trattati, parole sue, “come le vacche sacre in India”, cioè, gli automobilisti si aspettano che passino ovunque, in qualsiasi modo e in qualunque momento, per cui non hanno alternative a dare loro spazio. Non ci sono piste ciclabili vere e proprie, a quanto ho potuto vedere, ma in qualche modo funziona.

Un’altra cosa che mi ha colpito  è che Pierre ha detto che dall’inizio della crisi economica il numero di biciclette in circolazione ha subito un’impennata, ed è successo che la gente ha ritirato fuori le proprie biciclette vecchie, abbandonate nei fondi, ha dato loro una ripulita ed una riparata e le ha riutilizzate. In giro per Ferrara c’erano marche e tipi di biciclette che non vedevo da anni.  Tipo queste:

 

E’ molto bello vedere i giovani, gli anziani, e anche tutti gli altri che se vanno in giro su due ruote. Il primo posto che abbiamo visitato è stato il Teatro Comunale di Ferrara, il teatro dove lavora Pierre, un teatro civico molto attivo e che si trova nel cuore della città, costruito circa 200 anni fa. Ecco la vista dal palco, che aveva  il giorno prima ospitato il concerto di un direttore d’orchestra (Claudio Abbado e Maurizio Pollini con l’Orchestra di Lucerna, ndT.), il cui successo era ancora visibile dai fiori, lanciati alla fine dal pubblico, che ricoprivano interamente il palco. Un edificio sorprendente.

… ed ecco il suo incredibile, e antico, soffitto.

Quindi abbiamo camminato di fianco al Castello nel centro della città fino alla Cattedrale, bellissima. Eccoli:

Poi siamo scappati via per prendere il treno per Parma, dove ero atteso a parlare ad un incontro organizzato da Kuminda, una rete di organizzazioni che promuove la sicurezza alimentare, la giustizia sociale e la sostenibilità alimentare. Hanno in cartellone un festival ad ottobre dal titolo “Il Diritto al Cibo”   (more…)

Da Venezia a Ferrara, accolto da una banda!

25 settembre 2012

Di Rob Hopkins

La giornata di domenica è iniziata andando ad incontrare circa 25 membri di Transition Italia e di diverse iniziative italiane all’imbarcadero vicino al centro di Venezia. Lì siamo saliti su un traghetto, noleggiato per portarci tutti a Ferrara. Il traghetto si chiama ‘Nena’, un vaporetto originale veneziano, proprio come quelli usati quotidianamente per trasportare passeggeri e merci per le vie d’acqua più strette. Appartiene ad una famiglia che l’ha amorevolmente restaurato, e che ci ha accolto a bordo. Davvero una bella barca. Cominciata prestissimo, alla fine questa è stata una delle giornate “di Transizione” più belle che io abbia mai avuto la fortuna di vivere.

Una volta sistematici a bordo, ci siamo presentati ed abbiamo passato le successive otto ore, ora più ora meno, a parlare, mangiare, condividere storie e attraversare parti del Paese tanto belle quanto, purtroppo, trascurate.

Ellen Bermann, di Transition Italia, si presenta.

Per prima cosa ci siamo allontanati da Venezia, passando accanto ad isole grandi e piccole, mentre i suoi straordinari palazzi diventavano sempre più piccoli al nostro addentrarci nella laguna. Questo mi ha dato, molto di più del tempo passato a camminare per la città, una vera percezione di quanto questo gioiello di città sia vulnerabile all’aumento del livello del mare. Oggigiorno, durante l’inverno la città finisce spesso sott’acqua per circa un metro, il che è il motivo per il quale il piano terra di molti edifici viene lasciato vuoto… e sovente senza intonaco.

Allontanarsi per mare da Venezia e vederla appoggiata lì, rivelata nel suo essere poco più di un arcipelago di minuscole isole posate al pelo dell’acqua, dava un senso di vulnerabilità davvero impressionante.

Il viaggio è proseguito fino a raggiungere il fiume Po. Il Po è il fiume più lungo d’Italia, che scorre dalle sue sorgenti sulle Alpi Cozie fino al mare Adriatico. Nel punto più largo misura 503 metri. Attraversa Torino, Piacenza e Ferrara ed è utilizzabile per arrivare via fiume fino a Milano, passando una serie di complessi canali chiamati ‘navigli’, progettati da Leonardo da Vinci (grazie Wikipedia).

Il Po è un fiume molto celebrato nella cultura italiana, per esempio in libri classici come la trilogia “Il Mulino sul Po” di Riccardo Bacchelli, ed è stato molto importante storicamente come via commerciale, ma ora, con gran parte dei beni trasportati nel paese via terra, non assolve più a funzioni pratiche. Non viene nemmeno visitato dai turisti.  Davvero un peccato, perché è un fiume bello e molto ampio.

Abbiamo viaggiato lungo il Po e ci siamo fermati per una camminata in un posto, dove ci hanno raccontato la storia di un’isola che un gruppo di intellettuali ha dichiarato, negli anni 50, Repubblica indipendente, stampando i propri passaporti, la propria moneta e così via. Apparentemente questo avveniva spesso all’epoca ed il proprietario dell’imbarcazione ci ha mostrato una rivista che conteneva anche immagini della loro moneta (vedi sotto).

(more…)

23 Settembre : immagini

25 settembre 2012

Aspettando un contributo che arriverà presto, qualche immagine dalla serata e un’indicazione: se siete di Ferrara e dintorni e volete rimanere in contatto con noi scrivete a ferraraintransizione@gmail.com e vi terremo aggiornati sulle nostre attività, oppure potete iscrivervi al blog scrivendo il vostro indirizzo mail nella casella che trovate in alto a destra in questa pagina: http://ferraraintransizione.wordpress.com (cliccate poi su “iscrivimi!”).

Un piccola nota personale: una giornata ed una serata che rimarranno nella mia memoria con emozioni grandissime, una giornata che celebra tutto il lavoro fatto negli anni a Ferrara, in Italia e segna il grande lancio della nuova fase della Transizione a Ferrara con un ospite di eccezione come Rob Hopkins e tutto il team di Transition Italia che lavora per creare l’humus perché possano crescere iniziative come queste. Un’energia che ha lavato via molte delle fatiche e tensioni accumulate e ricaricato per la nuova fase. Una data da ricordare. Grazie a tutti (ma tutti tutti) per aver costruito insieme questi 4 anni meravigliosi!

Pingus

.

.

.

.

.

23 Settembre : ancora 7 giorni …

16 settembre 2012

Il 23 Settembre è un’occasione di festa per Transition Italia, per Ferrara in Transizione e per tutte le iniziative di Transizione Italiane. (Se non sapete ancora niente leggete qui: http://ferraraintransizione…navigando-la-transizione-con-rob-hopkins). Rob Hopkins sarà prelevato da Venezia dove ha partecipato al 3° Festival internazionale della Decrescita e portato via fiume a Ferrara con la barca Fluviale Nena. Per voi qualche indicazione sulla parte che si terrà a Ferrara.

La Nena attraccherà a Ferrara tra le 18.00 e le 19.00 alla Darsena San Paolo. Non possiamo saperlo con precisione, dipende da molti fattori. Vorrete sapere se deve ancora arrivare o se abbiamo qualche informazione? Chiamate il 335-7117030 (Pierre). Qui: http://goo.gl/maps/elbg trovate una mappa con le informazioni sui luoghi.

Dopo l’arrivo ci trasferiremo vicino alla Darsena al CPS Acquedotto in Corso Isonzo 42, Ferrara naturalmente.

Non avendo nessuna idea di quante persone potranno venire, sprovvisti di un modo di capirlo agevolmente (e forse anche della voglia…) abbiamo pensato di usare una tecnica transizionista rodata (si è vero, mai usata per un numero di persone che fosse più di 30, ma c’è sempre stata abbondanza e diversità, molta abbondanza…, e c’è sempre una prima volta). Di cosa si tratta:

. vi chiediamo di portare con voi il Transition Kit (piatto, posate, bicchiere e tovagliolo non usa e getta; ci sarà modo di dare una pulita, se volete, prima di riporli)

. ognuno porta qualcosa per se e da condividere, quello che preferisce. Così avremo tutti la possibilità di spizzuccare la specialità di qualcun’altro e lanciarci in condivisioni ardite.

. dal crudista al carnivoro siete avvertiti: quello che vorreste mangiare dipende da voi… e da quello che porteranno gli altri 🙂 pronti ad essere sorpresi?

. il bere si può acquistare al Bar del Centro di cui siamo ospiti, ma si può anche portare. Avete una birra autoprodotta o acquistata, un vinello e morite dalla voglia di condividerli? E’ l’occasione che aspettavate!

. non avete tempo di preparare qualcosa? Prendete qualcosa di pronto tenendo conto che ci sarà una buona base di pizza per tutti e affidatevi ai contributi degli altri.

. chiederemo un massimo 5 euro di contributo quando avremo un’idea delle spese.

Il programma della serata è volutamente non prefissato tenendo conto che non sappiamo l’orario di arrivo preciso; abbiamo una cena condivisa, un intervento di Rob e lo spazio per altre proposte che potrebbero maturare in questa settimana.

Ci vediamo il 23 alla festa?

Per chi naviga da Venezia … e chi verrà a Ferrara

13 settembre 2012

Ultimi Aggiornamenti sull’iniziativa “Navigando la Transizione … con Rob”  di domenica 23 settembre che ci porterà da Venezia a Ferrara:

Tutti coloro che si sono iscritti a questa fantastica crociera fluviale hanno ricevuto tutti i dettagli via email – mentre segnaliamo che abbiamo ancora a disposizione dei posti e potete iscrivervi QUI.

Per chi invece non ce la fa ad aderire a tutta la giornata, ricordiamo che è possibile raggiungerci per la festa finale a Ferrara a partire dalle 19.30:

Centro Promozione Sociale Acquedotto
Corso Isonzo 42
44121 Ferrara (FE)

Ci sarà un piccolo buffet preparato dal team di “Ferrara in Transizione” (richiesto contributo spese di 5 Euro a persona) – in seguito l’atteso talk di Rob Hopkins e poi  …. conclusione in allegria …..

Quindi, se siete “non-naviganti” e pensate di aggiungervi all’allegra compagnia in quel di Ferrara per favore segnalatecelo grazie ! (peterpingus(at)gmail.com e/o ellen.bermann(at)gmail.com).  Per chi viene solo alla serata conclusiva di Ferrara, non ci sarà una quota di partecipazione ma qualsiasi contributo e donazione a sostegno delle spese sarà molto gradito e ben accetto.

in attesa di “Navigando con Rob” …

4 settembre 2012

Mancano meno di 3 settimane alla giornata dell’anno (domenica 23 settembre): la fantastica navigata fluviale risalendo il Po da Venezia a Ferrara in compagnia di Rob Hopkins – con festa finale in quel di Ferrara. Ci sono ancora dei posti – ma il risveglio post-vacanziero degli ultimi indecisi potrebbe avvenire in modo sincrono – per cui buttate il cuore oltre l’ostacolo ed aderite il prima possibile all’iniziativa ! Tutte le info le trovate qui

Attenzione: la festa finale non si terrà più a Terraviva ma presso il Centro di Promozione Sociale Acquedotto – Corso Isonzo 42 – Ferrara dalle 18.00 (circa) in poi dopo l’arrivo della “Nena” (http://www.lanena.it/ita/) in Darsena San Paolo.

Ferrara: tutti in T-t-transizione!

4 settembre 2012

Foto di gruppo per i transizionisti del TTraining di Ferrara, un’esperienza come sempre emozionante, ma stavolta particolarmente esilarante per la carica di energia positiva sprigionata dal gruppo. Per la prima volta i tre quarti dei partecipanti venivano tutti dalla stessa città, cosa che senza dubbio faciliterà lo sbocciare di un sacco di belle dinamiche e progetti in seguito alle due giornate di corso.

(more…)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: