Posts Tagged ‘crash course’

Finalmente! Il Crash Course completo con sottotitoli in italiano!

2 ottobre 2011

IL CRASH COURSE

VIDEO CORSO ONLINE PER CAPIRE LA CRISI SISTEMICA
DI OGGI E DOMANI
E PER AFFRONTARLA AL MEGLIO


Finalmente dopo tanto tempo sono pronti su http://www.indipendenzaenergetica.it tutti e 22 i capitoli della versione sottotitolata in italiano del Crash Course di Chris Martenson. La conoscenza del Crash Course è stata suggerita come importante per i partecipanti al movimento della transizione da Rob Hopkins il fondatore del movimento.

Il Crash Course cerca di darvi una conoscenza di base dell’economia in modo che possiate capire meglio i rischi che stiamo correndo compresa l’attuale crisi del debito sovrano.

E’ stato ideato da Chris Martenson, cittadino statunitense laureato in Scienze Americane alla Duke University di Durham, North Carolina, ed ha riscosso un notevole successo nella sua versione originale in inglese.

Quello che state per vedere e’ la versione molto condensata di un seminario che sta facendo da circa 4 anni e nel quale presenta informazioni per la durata di circa 6/8 ore.

Il Crash Course cerca di farvi capire la natura di alcune sfide e rischi estremamente gravi per la nostra economia e la sua futura prosperita’. Si parla di energia, economia, finanza, genesi della moneta e del debito, petrolio, riserva frazionaria, ecosistemi e di molto altro.

“Salve, il mio nome e’ Chris Martenson e saro’ il conduttore di questa presentazione. Il Crash Course integra temi diversi ed apparentemente scollegati in una unica storia. Discuteremo di Economia, Energia ed Ambiente, perche’ e’ dove questi campi si sovrappongono e si intersecano che la storia piu’ importante di ogni generazione sara’ raccontata.

Dopo aver sentito questo presentazione guarderete e penserete all’economia in una maniera completamente nuova. Vi daro’ un struttura che vi permettera’ di capire quello che per molte persone e’ una materia molto difficile da capire.

Mi ci sono voluti parecchi anni per raccogliere le informazioni presenti in questo corso e svilupparle in questa storia cosi’ densa. Vi devo avvisare che non sara’ facile per alcuni di voi. Lo so per aver visto le reazioni di numerosi ascoltatori in questi anni. Parleremo di grandi cambiamenti che sono effettivamente difficili da capire. Cerchero’ di farvi cambiare idea. Mettero’ in discussione alcune delle vostre convinzioni piu’ profonde e cerchero’ di convincervi che e’ giunta l’ora di imparare, fare attenzione ed agire.

Vi raccomando di seguire il Crash Course dall’inizio alla fine almeno una volta ed in seguito di ripassarlo, se necessario. In ogni momento potete accelerare il video utilizzando il cursore qui in basso o potete saltare da una diapositiva all’altra cliccando sui numeri in alto. Con il vostro aiuto ed i vostri commenti miglioreremo questa presentazione. Se notate qualche errore, o qualcosa che puo’ essere migliorata fatemelo sapere.

Una parte di questo materiale puo’ essere mia originale, ma la maggior parte deriva dal lavoro di altri che io ho solo messo insieme. Questa presentazione dovrebbe essere considerata come un lavoro di interesse per chiunque ed in ogni luogo. Vorrei che seguiste il Crash Course al vostro ritmo. Mi interessa moltissimo che riceviate e capiate questo materiale.”

QUANTO CI VUOLE PER SEGUIRE TUTTO IL CRASH COURSE?

Ogni capitolo dura dai 2 ai 15 minuti circa (alcune sezioni sono state divise in due parti a causa del limite per il nostro canale di max 15 minuti a video). Ci vogliono un totale di 4 ore e 15 minuti per guardare tutte e 22 le lezioni ma ne vale davvero la pena: saranno le 4 ore meglio impiegate di questi tempi!

I video caricati in questa versione sono stati rallentati rispetto all’originale per facilitare la lettura dei sottotitoli e la comprensione dei concetti. E’ anche disponibile, per chi la preferisse, la playlist nella versione a velocità originale e con sottotitoli italiani più discreti (si vedono meglio grafici e immagini).

ALTRE INFO

  • Su chrismartenson.com si trova, oltre ad altre informazioni, il Crash Course completo in inglese, francese, spagnolo.
  • Video su Facebook per condivisione nel social media (cerca in questo profilo)
  • Playlist completa (SLOW MOTION SUB ITA) su youtube.

RINGRAZIAMENTI PER LA VERSIONE ITALIANA

Si ringraziano tutti coloro che hanno reso possibile questo corso sottotitolato in italiano partecipando al libero gruppo di traduzione di Transition Italia e IndipendenzaEnergetica.it

Ivano Astori, Diana Bitelli, Stefano Borini, Stefania Bottacin, Cristiano Bottone, Antonio Caprari, Riccardo Deliziosi, Umberto Fonda, Biagio Lembo, Giuseppe Maggikovento, Antonio Nicolis, Deborah Rim Moiso, Pilar Mosso, Luca Pellarini, Stefano Pischiutta, Nicola Savio, Lino Sbraccia, Dario Tamburrano, Glauco Venturi. In modo particolare se Ivano Astori, Stefano Borini e Antonio Nicolis non avessero nell’ultimo mese completato il lavoro rimanente a tempo di record, questo corso sarebbe forse stato superato dagli eventi che ultimamente vanno molto molto veloci. Ci scusiamo pertanto se dovesse essere presente qualche piccolo refuso nella traduzione o imperfezione nei sottotitoli.

Rob intervista Martenson

7 giugno 2010

Oggi Rob Hopkins pubblica la prima parte della sua travagliata intervista con Chris Martenson (travagliata perché dopo averla fatta la prima volta ha scoperto che la memory card con il file audio si era danneggiata e quindi ha dovuto rifare tutto da capo).

Trovate il post in inglese qui, e al più presto lo traduciamo anche in italiano (vero?). Per chi non fosse informato Chris è il creatore di “The Crash Course” uno strumento molto utile a capire come funziona (sarebbe meglio dire non funziona) l’economia del mondo sviluppato.

Il gruppo traduzioni di Transition Italia sta lavorando da tempo sulla traduzione del lavoro di Chris e via via che i vari filmati vengono sottototolati li potete trovare qui (il primo capitolo è qui sopra). In ogni caso il testo è già disponibile anche in italiano.

Un’approfondimento di questa tematica è caldamente consigliato a tutti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: