Posts Tagged ‘Celebrazione’

Cucina Naturale alla Transition Fest 2015

8 settembre 2015
Fervono i preparativi per la Fest 2015. Nel frattempo abbiamo avuto la conferma che a preparare i manicaretti che ci allieterano durante i giorni di Festa ci sarà Vittorio Veg di Veg Auto Produzioni. Vittorio Veg, interprete di una cucina mediterranea che integra tradizione e innovazione, selvatico e coltivato, in un’alchimia di saperi e sapori che soddisfano il palato nel rispetto della natura e degli esseri viventi.
Per sapere di più su Vittorio https://www.facebook.com/VegAutoproduzioni
Per ogni richiesta alimentare speciale compila con attenzione kil modulo di iscrizione della Fest https://goo.gl/eslzoW ed affrettati a prenotare il tuo posto, anche quest’anno ci sono solo 120 posti disponibili!
Stay tuned..

Il Transition Training di Mestre

24 febbraio 2015

Sabato e domenica si è tenuto un attesissimo Transition Training organizzato dal gruppo di Mestre…

2015-02-21_TUTTI-1_m

Celebriamo gli organizzatori e le organizzatrici, il luogo super-accogliente, il cibo, i kiwi secchi, le risate, la super-assistente Margherita, i progetti di resilienza del parroco, gli sguardi, un gruppo locale di cui abbiamo l’impressione che sentiremo ancora parlare… e questo fantastico acronimo!

Trovare
Relazioni
Anche
Non
Scontate
Improvvisando
Traiettorie
Inusitate
O
Neutre
2015-02-23_collage_divertente_m

Transition Training di Mestre Febbraio 2015

E c’è anche una fantastica filastrocca..

Che cosè la Transizione? Cerchiam la definizione!

Cambia il mondo? Cambiamo noi!

Grandi e piccoli, siam tutti eroi.

Cerchi il gruppo? Prova il flusso!

Non c’è il leader? Ti diverti: gli orchestrali sono esperti!

Un racconto di questo viaggio lo trovate anche qui: https://emmanuelecammarano.wordpress.com/2015/02/23/transition-training/

e come sempre i commenti di chi ha partecipato son benvenuti!

Che faremo alla Fest’? La Piazza delle Possibilità!

6 settembre 2013

Ebbene si signore e signori… anche alla Fest’ ci sarà modo e tempo per scoprire i progetti di transizione e le iniziative di tutta Italia, grazie alla Piazza delle Possibilità!

Infatti, tramite la Piazza delle Possibilità, ogni partecipante alla Fest’ potrà barattare, scambiare, lasciarsi ispirare da tutti gli strumenti prodotti dai gruppi di Transizione durante questi anni. L’obiettivo è quello di mettere in comune e rendere disponibile a molti l’energia creativa già impiegata per minimizzare gli sforzi ed ottimizzare i risultati. Quello che vorremmo poter scambiare non sono solo idee ma progetti, attività, locandine (in file di lavoro), format di eventi, buone prassi di gestione etc…

conf

COME? Semplice!
Basta portare con sè i materiali da condividere stampati (se proprio non ci arrivate anche in USB) e durante lo spazio della piazza ognuno di noi avrà la possibilità di osservare le locandine prodotte, i progetti, i documenti delle attività realizzate e rintracciare direttamente i referenti dell’iniziativa per approfondire il tema, scambiare opinioni, contatti e materiali all’indomani della Fest’.

Visto però che la nostra idea è quella di mettere la prima pietra nella titanica impresa di catalogare ogni progetto della rete di Transizione Italiana, siamo tutti invitati a inviare i materiali da condividere anche via mail a  trfest.2013@gmail.com scrivendo nell’oggetto PIAZZA. Nel dopo festa, e con  un po’ di pazienza,  noi renderemo accessibili sul web, tutti i materiali pervenuti in mail, pubblicandoli e categorizzandoli.

A presto allora per celebrare insieme il nostro genio collettivo!

A.A.A. Ufficio stampa Fest’ cercasi

19 agosto 2013

CantagalloUdite, udite!

Stiamo cercando tre persone, che abbiano già un minimo di esperienza, per organizzare un ufficio stampa e diffondere l’evento presso i media, sia nel periodo precedente alla Fest’ che per documentarla durante e dopo la sua realizzazione.

Il gruppo può essere composto anche da una persona esperta e due che abbiano voglia di imparare/fare esperienza.

Il lavoro sarà svolto da casa con mezzi propri e via skype in collaborazione con il team di organizzatori e facilitatori della Fest’.

Ai temerari volontari che si proporanno possiamo trovare un equo scambio per la partecipazione alla Fest’.

Chi volesse farsi avanti può contattarci all’indirizzo email della Fest’: trfest.2013@gmail.com

Per ulteriori informazioni sulla Fest’ http://transitionfest2013.wordpress.com/

Transizione in festa: il blog della Fest’!

17 agosto 2013

Dopo 5 anni di progetti e attività, il 20-22 settembre 2013 un’occasione per vedersi e rivedersi, conoscersi, conoscere, celebrare e raccontare quello che è successo questi anni…

La tanto attesa Transition Fest’ adesso ha un blog: http://transitionfest2013.wordpress.com

Qui potete trovare tutte le informazioni logistiche (cosa, dove, quando, costi), il programma di massima, il budget (trasparente e partecipato) e una pagina che raccoglie contributi di attività o proposte che vorreste portare alla Fest’, nello spirito dell’economia del dono.. o che vorreste sollecitare, chissà che qualcuno non risponda all’appello: QUESTA E’ LA NOSTRA FEST’, pensata e progettata per dare spazio alle molte voci e storie che compongono la ricca rete di Transition Italia…

Oltre ad attività, giochi, approfondimenti, stiamo cercando persone che possano aiutarci a documentare la Fest’ (videomaker, fotografi, maghi del web…), a celebrare (con musica, percussioni, attività artistiche, teatro, acrobazie….). Se vi ci ritrovate segnalatelo su questo modulo!

Cominciamo a immaginarci questa due giorni dal  blog… e ci vediamo dal vivo a Settembre!!

 

 

La Transizione in festa: 5 anni di progetti, 2 giorni per viverli insieme

30 luglio 2013

Testata Fest'

COSA :

Sono 5 anni che la Transizione è approdata in Italia, sono 5 anni di semine, progetti e molto altro che ci piacerebbe scoprire, allora… per la prima volta i transizionisti e le transizioniste di tutta Italia (tutta!) si incontrano per conoscersi, conoscere, celebrare e raccontare quello che è successo questi anni e vedere i molti visi dietro ai blog.

Celebreremo quello che ha funzionato e quello che non ha funzionato (c’è sempre tanto da imparare e insieme si fa prima). Ne usciremo ispirati, energizzati, con nuovi contatti e tante idee e progetti da provare e sviluppare. Le attività saranno ad Agenda Aperta, questo permetterà a tutti di sperimentare nuove forme di incontro, di essere aperti alle proposte che verranno e, per ognuno, di focalizzarsi su quello che interessa seguendo l’energia che si sprigionerà nella Fest’

.

QUANDO :

Settembre 2013 i giorni :

. Venerdì 20 – dalle 17:30

. Sabato 21 – tutto il giorno

. Domenica 22 – fino al dopo pranzo

.

DOVE :

Panta Rei, Centro di esperienze per l’educazione allo sviluppo sostenibile

http://www.pantarei-cea.it/

Località Le Pierle 19A, 06065 – Passignano sul Trasimeno, Perugia Italy

Coordinate GPS :

UTM 33T 268929.18 m E 4786870.69 m N

LAT 43°11’57.99″N LONG 12° 9’23.05″E

pantarei-acquerello

(more…)

Ode a una quercia caduta

29 ottobre 2012

Di Rob Hopkins.
Da “Transition Culture”.

La scorsa settimana sono uscito per un giro in bici con mio figlio di 10 anni. Sul sentiero, una grande quercia era caduta durante un recente temporale a bloccare il passaggio. La parte centrale era stata rimossa, quindi il sentiero poteva essere percorso, ma il resto dell’albero era ancora lì su entrambi i lati del sentiero. Da un lato, il grande tronco tagliato era ad altezza d’uomo ed era una visione notevole a passarci vicino. Di particolarmente notevole c’era il fatto che la quercia era diventata ispirazione per un po’ di piacevole creatività, una vera celebrazione della vita di questo albero enorme e bello. Qualcuno ha scritto una poesia, “Ode alla Quercia” e l’ha attaccata sulla superficie del taglio. Eccola:

Ode alla Quercia
Antico, silenzioso gigante
Verdi foglie e d’oro
Ruvido all’esterno e liscio dentro
Grazie per l’ombra dal Sole
Per il riparo dalla pioggia.
Cibo per uccelli e scoiattoli
Grazie per aver dato senza ricevere.
Guardando le generazioni passare
Sempre lì, notte e giorno, giorno e notte,
Non ti abbiamo nemmeno notato, sei stato lì così a lungo.
Anche cadendo continui a dare,
Legno per travi, tavole, sedie e case,
Offrendoci ancora riparo.
Noi ti ringraziamo.
Anonimo

 L’altra cosa, che a un primo sguardo era difficile da vedere, era che qualcuno aveva pazientemente contato tutti gli anelli, scrivendo date chiave mentre tornava indietro nella vita dell’albero fino al 1835,quando è per la prima volta spuntato come giovane alberello.

Questo ha portato ad alcune belle conversazioni con mio figlio: “tu sei nato qui”, “io sono nato qui”, “tua nonna è nata qui”, “la Prima Guerra Mondiale è stata qui” e così via. E’ come se l’autobiografia dell’albero fosse stata messa a nudo, un sguardo intimo nella storia di quel piccolo angolo del mondo. Siamo stati parecchio di fianco all’albero, guardando come è cresciuto a diverse velocità e tempi, alle ragioni di questo, al perché il legno era meno denso all’esterno, a quanto dovesse essere grande l’albero in tempi diversi.

Per quel breve momento, eravamo raccolti nella celebrazione delle vita di una sentinella silenziosa ed aggraziata delle vita locale, un distinto residente locale che ha fatto così tanto per la qualità della vita della comunità locale. Siamo stati in grado di celebrare i suoi inizi, il forte alberello che è diventata e il robusto pilastro dell’ecosistema locale che è divenuta, sostenendo molte centinaia di specie locali, costituendo il suolo e immagazzinando carbonio a beneficio delle generazioni future. E’ stato un incontro che abbiamo apprezzato ed onorato, proprio come dovrebbe essere.


<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: