Rob Hopkins a Bologna

by

rob_hopkins_transition_movement

Dunque, dunque, il buon Rob, importante ispiratore delle nostre avventure transizioniste, viene a Bologna il 28 e 29 ottobre prossimi e gli faremo fare la “vita d’inferno” che ora vado a descrivervi.

LANCIO DI ALMA LOW CARBON

La ragione principale di questo viaggio è il lancio ufficiale del gruppo di ricerca Alma Low Carbon (ALC) istituito dall’Università di Bologna (tecnicamente si tratta di un Integrated Research Team o IRT). Il tutto nasce su ispirazione (diciamo così) del gruppo “Terracini in Transizione”, iniziativa di Transizione sbocciata nella facoltà di ingegneria ambientale (di via Terracini, appunto), altra bellissima cosa (grazie ad Alessandra, Francesca e a tutti gli altri genitori di questa creatura).

Questa contaminazione tra accademia e Transizione si sta approfondendo qui, come nel resto del mondo. È molto bello e riempie di speranza vedere UniBo che comincia a muoversi, in modalità interdisciplinare, verso un ruolo di traino e supporto di processi di innovazione sociale e scientifica orientati a modelli economici e organizzativi a bassa intensità di carbonio.

Solo un paio di anni fa sarebbe stato impensabile. L’attuale ProRettore alla ricerca è apparso invece molto determinato, e ALC conta più di 100 ricercatori che convergono da ambiti disciplinari differenti, sembrano buoni auspici. Magari aiuterà altri poli universitari in Italia a fare lo stesso? … vediamo.

UniBo ha anche pensato di manifestare in modo pubblico e istituzionale questa sua scelta e ha voluto invitare Rob per rendere la cosa più “solenne”, coinvolgendo le istituzioni cittadine e creando un link molto esplicito e diretto con le idee della Transizione.

SCUOLA, FESTA E RICERCA

Ma visto che calava (rigorosamente in treno) da Totnes fino a qui, ne abbiamo approfittalo per organizzare qualche altra cosuccia collaterale (poveretto) e la cosa migliore mi pare pubblicare il programma in ordine cronologico, così se siete interessati potete partecipare agli eventi aperti.

L’aspirazione è quella di portarlo a gettare “semi” in alcuni ambienti specifici che in questo momento sembrano particolarmente disponibili alle contaminazioni. Il tempo è limitato quindi abbiamo dovuto fare delle scelte, la logica è quella di fare cose che poi possano avere effetti non solo nell’area di Bologna, ma in molti altri posti in Italia, ecco perché un forte accento sull’area ricerca educazione che speriamo possa ispirare molti anche in altri contesti nel nostro paese.

Informazione accessoria, ma non trascurabile, la nostra Deborah sarà incollata a Rob tutto il tempo e quindi l’ostico idioma della perfida Albione verrà costantemente convertito in italiano a beneficio di chi non sa l’inglese.

IL PROGRAMMA DEL 28 OTTOBRE

ore 10:00
Sala Cento Fiori, via Gorki, 16 – Bologna (aperto ma con precedenza agli studenti)
Grow in Transition
Un incontro dedicato a studenti e insegnanti delle scuole superiori. Cos’è Transition e come possiamo immaginare un futuro meraviglioso in tempi di crisi? Possiamo prepararci? Qual è il ruolo della scuola?
info qui

ore 15:00
The quiet room (evento riservato)
Incontro informale con alcuni sindaci e assessori operanti in provincia di Bologna e che hanno già in qualche modo sperimentato la presenza di un’iniziativa di Transizione sul territorio che sono stati chiamati ad amministrare.
sei un sindaco e non ti abbiamo invitato? Manda una mail a questo indirizzo :
cristiano.bottone chiocciola transitionitalia.it

ore 17:00
Media
Una finestra di un paio d’ore dedicata ad alcune interviste
contatto media

ore 20:00
Ritrovo transizionista
Una festa senza nessun programma per transizionisti e amici, ognuno porta cibo, bevande e transition kit, unico obiettivo conoscere Rob e passare una bella serata assieme (lui sarà a pezzi quindi ci sta che a un certo punto lo mandiamo a letto) e la baldoria continua tra noi.

IL PROGRAMMA DEL 29 OTTOBRE

ore 10:00
Sala Cappella Farnese del Comune di Bologna (aperto)
Verso una società low carbon

Ore 9.30 – Registrazione dei partecipanti
Ore 10:00 – Introduzione e saluti

Virginio Merola, Sindaco di Bologna
Dario Braga, Prorettore alla Ricerca Università Bologna
Patrizia Brigidi, Direttrice ISA, Università Bologna
Alessandra Bonoli, Integrated Research Team AlmaLowCarbon, Università Bologna
Cristiano Bottone, Presidente di Transition Italia

Ore 11:00 – Rob Hopkins ,  fondatore delle Transition Town e del Transition Network
Transizione: dalla crisi alla prosperità, un cambio di paradigma

Ore 12:00 – Alessandro Rossi, ANCI Energia Regione Emilia Romagna
Verso una Società Low Carbon: il punto di vista dei Comuni

Ore 12:20 – Guido Caselli, Centro Studi di Unioncamere, Emilia Romagna.
Verso una Società Low Carbon: il punto di vista delle Imprese

Ore 12:40 – Giovanni Fini, Comune di Bologna.
“Bologna Resiliente: i progetti del Comune di Bologna”

Ore 13:00 Conclusioni

ore 15:00
UniBo, facoltà di sociologia (luogo esatto da definire – aperto specialmente a studenti, ricercatori e docenti)
Educazione e ricerca per la Transizione
Discussione aperta su con il sistema educativo e della ricerca possono contribuite a una positiva transizione da un contesto di crisi a uno di prosperità diffusa.

10 Risposte to “Rob Hopkins a Bologna”

  1. viveresostenibile Says:

    L’ha ribloggato su Vivere Sostenibilee ha commentato:
    Ci saremo!! 🙂

  2. glaucodona Says:

    L’ha ribloggato su San Lazzaro Citta' di Transizionee ha commentato:

    Incontro pubblico con Rob, per educatori e non:-)

  3. Rob Hopkins a Bologna | BIT Budrio in Transizione Says:

    […] La voce circolava già da tempo, ma ora abbiamo anche un programma dettagliato: Rob Hopkins sarà a Bologna nelle giornate del 28 e 29 Ottobre. La ragione principale di questo viaggio è il lancio ufficiale del gruppo di ricerca Alma Low Carbon (ALC) istituito dall’Università di Bologna. Il tutto nasce su ispirazione del gruppo “Terracini in Transizione”, iniziativa di Transizione sbocciata nella facoltà di ingegneria ambientale di via Terracini. Per saperne di più … […]

  4. labarbara Says:

    L’ha ribloggato su Calderara in Transizionee ha commentato:
    Un incontro da non perdere!

  5. Rob a Bo | Bologna Città di Transizione Says:

    […] Se volete saperne di più sulla sua visita il programma è pubblicato sul sito Transition Italia […]

  6. vanna Says:

    carissimi io vivo a Torino ,anzi in val pellice, e non potrò esserci ma vi invidio tantissimo per l’opportunità magnifica che avrete e per la lungimirante intelligenza dei vostri ricercatori universitari :
    Ammiro moltissimo il grande lavoro che state facendo e
    chissà che qualcuno si svegli anche a Torino ..
    Il Centro Sereno Regis forse sarebbe un buon contatto.BUoN DIVErtiMENtO!!!!!!
    Vanna

  7. L’università come agente di Transizione? | Transition Italia Says:

    […] Nodo italiano della rete internazionale di Transizione « Rob Hopkins a Bologna […]

  8. Newsletter n.52 della Rete Italiana Villaggi Ecologici | Vivere Altrimenti Says:

    […] Rob Hopkins in Italia   Rob Hopkins, ispiratore del movimento Transition town (Città in transizione), sarà presente a Bologna in data 28 e 29 ottobre. Ulteriori informazioni. […]

  9. Transition Towns a quota 2000: «Ma è solo l’inizio»| ProPositivo - Diffondiamo idee, non problemi! Says:

    […] Rob Hopkins a Bologna […]

  10. lucadentroporta Says:

    L’ha ribloggato su Bologna dentro porta in Transizionee ha commentato:

    Aspettando Rob!
    Martedì 28 ottobre – Mercoledì 29 ottobre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: