Come è andata all’OST EcosolBologna

by

Tante persone mi hanno chiesto come è andato l’OST (Open Space Technology)  che ho facilitato in collaborazione con EcosolBologna il 10 maggio 2014. Per questo ho raccolto in questo post le mie considerazioni sull’evento e le informazioni su come possiamo proseguire.

OST EcosolBologna 10 maggio 2014 Massimo Giorgini

 

Per me è stata un’esperienza bellissima.
L’OST è un metodo potentissimo per permettere alle persone coinvolte in un progetto di far emergere il meglio dell’intelligenza collettiva .  Il bello è che il tutto avviene in modo completamente auto-organizzato. Non c’è un capo o un comitato organizzatore che dirige la danza.  La danza avviene grazie alla partecipazione, alla passione, alla libertà ed alla responsabilità delle persone che prendono parte all’evento.

E così è avvenuto anche sabato.  Le persone dapprima timidamente e poi con sempre maggiore convinzione hanno cominciato a proporre temi di discussione e progetti per rispondere alla domanda “Come costruire una Economia Solidale che metta al centro le persone e non il profitto ?” .

Le discussioni sono avvenute all’aperto nel cortile del LABAS, approfittando della bella giornata.

Gruppo lavoro OST EcosolBologna

 

Al termine dell’incontro i gruppi di lavoro hanno prodotto un report che potete scaricare cliccndo qui (in formato PDF).

Se volete partecipare a questo processo di progettazione collettiva potete farlo anche se non eravate presenti il 10 maggio.
Leggete il report e troverete dei temi e dei possibili progetti molto interessanti.
Ci ritroveremo sabato 24 maggio dalle 9.30 alle 13.00, per selezionare alcune delle proposte fatte ed approfondirle insieme.
L’incontro si svolgerà presso la Casa della pace “La filanda” – Via Dei Canonici Renani, 8 a Casalecchio .
La partecipazione è libera ed aperta a chiunque sia interessato allo sviluppo di questi temi, anche a chi non era presente il 10 maggio.
Per partecipare non è necessaria l’iscrizione, ma se volete segnalare la vostra presenza ci può aiutare a organizzare l’incontro (inviando un messaggio sul sito di www.ecosolbologna.org ).
Vi consigliamo di portare:
– una stampa del report che vi servirà per partecipare alla selezione dei
temi da approfondire;
– qualcosa da bere e da mangiare durante la pausa della mattina;
– bicchiere riutilizzabile per non produrre inutili rifiuti.
Per chi lo desidera è possibile fermarsi al termine dell’incontro portando qualcosa da condividere insieme agli altri (anche in questo caso ricordatevi piatti e posate riutilizzabili).

Una Risposta to “Come è andata all’OST EcosolBologna”

  1. Massimo Giorgini Says:

    L’ha ribloggato su Bologna Città di Transizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: